Riparazione macchine per pasta professionali

Riparazione macchine per pasta professionali

La riparazione di macchine per pasta professionali

Le macchine professionali per fare la pasta offrono un valido supporto a chi lavora all’interno di laboratori, ristoranti, mense e trattorie. Avere a disposizione un macchinario funzionale e tecnologico, infatti, significa poter ottimizzare i tempi senza rinunciare a un risultato di prima qualità. È importante, però, mantenere tutte le attrezzature in perfette condizioni, in modo da poterle utilizzare quotidianamente e con estrema facilità. In caso di guasti o malfunzionamenti, quindi, è indispensabile provvedere immediatamente alla riparazione delle macchine per pasta professionali.

Perché riparare le macchine per la pasta professionali?

Il servizio di riparazione di macchine per la pasta professionali offre innumerevoli vantaggi. Innanzitutto, riparare il danno o sostituire il componente usurato permette di risparmiare sulla spesa: le macchine professionali, infatti, sono in genere abbastanza costose, perciò vale la pena ripararle e utilizzarle il più a lungo possibile. Se si tratta di un banale problema, inoltre, la riparazione viene portata a termine in tempi brevi; non si rischia, perciò, di dover attendere diversi giorni per la spedizione di un nuovo macchinario. Continuare a utilizzare le stesse attrezzature, infine, significa anche inquinare meno, evitando di dover smaltire elementi ancora perfettamente funzionamenti. Sono molteplici, quindi, le ragioni per cui conviene riparare la propria macchina per la pasta professionale.

A chi affidare la riparazione della macchina per la pasta?

La riparazione delle macchine per pasta professionali andrebbe sempre affidata a un esperto nel settore. Un tecnico competente e con una buona esperienza alle spalle, infatti, è in grado di individuare rapidamente la problematica da risolvere e riesce a effettuare la riparazione con tempestività. Un professionista attento alle esigenze del cliente, inoltre, offre non solo assistenza ma anche consigli e consulenza specializzata. A seconda delle circostanze, perciò, il tecnico può procedere con la riparazione del prodotto o suggerire al cliente di acquistare una nuova macchina per la pasta.

Sterilizzatori per pasta fresca per laboratori

Sterilizzatori per pasta fresca per laboratori

Gli sterilizzatori per pasta fresca per laboratori sono dei macchinari che, con il loro trattamento termico sono in grado di, distruggere tutte le forme microbiche eventualmente presenti nel prodotto confezionato, comprese le spore.
Tale processo, denominato appertizzare o seconda pastorizzazione in busta è indispensabile in ogni laboratorio di pasta fresca necessaria per poter allungare la vivibilità self life del prodotto confezionato. Tale e tanto da non poter essere considerato un semplice accessorio ma una parte integrante ed essenziale del laboratorio stesso. Un macchinario obbligatorio di cui non si può far a meno per chi confeziona. Per ottemperare alle norme di legge in materia e, ancor più importante, per fare sì che la nostra pasta fresca sia “buona” sotto tutti i punti di vista. In fin dei conti, è solo questo ciò che pretendiamo dal nostro laboratorio.

Sterilizzatori per pasta fresca per laboratori: un must

In effetti i macchinari di questa categoria hanno raggiunto un livello tecnologico talmente raffinato da essere in grado di prestazioni impensabili fino a poco tempo fa. Applicata alla nostra pasta fresca, questa tecnologia conferisce al prodotto finale una garanzia alimentare. I vari tipi di sterilizzatori per pasta fresca per laboratori si basano su principi di funzionamento diversi. Sterilizzazione classica (90°-100° per circa 40 minuti sul prodotto confezionato),

La sterilizzazione migliore…

Il migliore tra gli sterilizzatori per pasta fresca per laboratori, deve essere idoneo per consumi, resa, facilità di gestione sia durante la produzione che in fase di pulizia e manutenzione. Una volta scelto in base a questi parametri, un buona formazione e un buon addestramento all’uso di questo prezioso macchinario per laboratori, farà il resto del lavoro rendendolo funzionale a tutti gli effetti.

Macchina per maccheroni

Macchina per maccheroni

Il maccherone, uno tra i più amati e celebrati tipi di pasta della nostra tradizione gastronomica, può essere considerato la pasta fresca per antonomasia. Semplice nella preparazione, adatto alla maggior parte dei condimenti, di notevole impatto estetico è di gran lunga, per sua forma e dimensione, il più facilmente gestibile con la forchetta. Una gestione così pratica e immediata, e ora scendiamo in altri ambiti di valutazione, che dà sempre delle grandi soddisfazioni al fortunato commensale che se lo trova nel piatto. Non solo per il palato. Ecco perché ne siamo innamorati da quando abbiamo imparato a tenere in mano la forchetta. Ecco il perché di una macchina per maccheroni.

Diverso impasto, stesso rendimento

Una buona macchina per maccheroni è un supporto indispensabile per ogni brigata di cucina che si rispetti. Ma anche per chi, per scelta consapevole, ha voluto fare della prelibatezza di questo tipo di pasta fresca la sua professione. Con la macchina per maccheroni i risultati, per gli uni e per gli altri, sono garantiti in termini di qualità e di produttività. A prescindere dal tipo di semola, o di quantità trattata il rendimento è sempre all’altezza delle aspettative. E le nostre aspettative, quando siamo seduti a tavola, sono sempre molto alte. La tecnologia di queste apparecchiature lo consente, un buon addestramento specifico all’uso e alla manutenzione lo assicura per lungo tempo.

Manca solo il cacio…

La macchina per maccheroni ha un principio di funzionamento minimale, richiede pochi, anche se indispensabili, accorgimenti e pretende una competenza tecnica poco più che proporzionata alla sua semplicità. Le variabili d’uso sono lampanti e di facile esecuzione. L’investimento profuso avrà in cambio delle soddisfazioni appaganti e condivise con chi godrà della qualità dei suoi prodotti. La macchina è un aiuto concreto e completo. In effetti, gli manca solo il cacio…

Trafile per pasta fresca

Trafile per pasta fresca

La pasta è un elemento cardine, e quindi inamovibile, della dieta mediterranea. Tale affermazione potrebbe essere estesa e completata aggiungendo che, ormai, la globalizzazione che stiamo vivendo ne fa godere anche consumatori di altre parti del mondo. Nonostante questo, la pasta, rimane un tratto distintivo della nostra tradizione culinaria, della nostra cultura e, in estrema sintesi, del nostro modo di essere. Una sorta di bandiera che ci portiamo in giro per il mondo grazie alla quale siamo conosciuti e apprezzati. Di tutto questo, la pasta fresca lo è ancor di più. La differenza la fa solo la parolina magica “fresca”.

Proprio come quella fatta a mano

Stiamo parlando di sapori veri, antichi. Di fragranze uniche e di gusti irripetibili, prodotti da braccia sapienti e da utensili dalla storia centenaria. Negli ultimi decenni attrezzature da cucina come la spianatoia, il mattarello e i loro degni accessori sono stati progressivamente sostituiti da trafile per pasta fresca che li fanno rimpiangere solo perché, emotivamente, non ricordano i tempi che furono. Per tutto il resto, la tecnologia moderna ci assicura i sapori che piacevano ai nostri padri e ai nostri nonni con macchinari efficienti, sicuri e, sopratutto, facili da usare e da mantenere. Le trafile per pasta fresca sono un supporto indispensabile per gli amanti del mangiare genuino. Sia per i cultori che per i professionisti, un piatto di pasta fresca degno di questo nome passa attraverso un macchinario all’altezza della situazione.

Trafile per pasta fresca: una scelta ponderata

Le trafile per pasta fresca sono delle vere e proprie partner. Il termine non è esagerato per chi ha sposato questa professione. Tantomeno per chi vuol dar continuità ad una tradizione che si protrae da tempi immemorabili. Come tale, come partner appunto, deve essere valutata con cura tra le varie offerte del mercato. Una scelta ponderata per un futuro assicurato.

Macchine industriali per pasta fresca

Macchine industriali per pasta fresca

La produzione di macchine industriali per pasta fresca offre un ampio ventaglio di articoli, adatti a soddisfare le esigenze più diverse. Dalle macchine combinate, destinate al settore della Ristorazione, si arriva fino a quelle appositamente pensate per dar vita a pasta di diversi formati, non di rado strettamente legati al territorio d’origine. Non si parla, in questo caso, esclusivamente di taglierine ideali per la produzione di tagliatelle o tagliolini ma, anche, di raviolatrici e macchinari specializzati per agnolotti e cappelletti, di linee predisposte per lasagne e di macchine automatizzate per le orecchiette, in grado di sostenere fino a 200 chili di produzione.

Impastatrici pensate per ridurre la fatica

Per la produzione di elevate quantità di pasta fresca la regina dei macchinari rimane comunque la pressa impastatrice. I modelli d’avanguardia, a fronte di un incremento di praticità, offrono anche un ingombro decisamente ridotto rispetto a quello delle attrezzature antecedenti. Di concezione semplice e di facile uso queste macchine industriali per pasta fresca si distinguono per la loro robustezza e per la capacità di assicurare una notevole riduzione della fatica e dei tempi di lavorazione. Con uno sforzo veramente ridotto questi macchinari sono infatti in grado di produrre pasta estrusa dei più diversi formati.

Macchinari specifici per ogni fase di produzione

La gamma di macchine industriali per pasta fresca include anche le taglierine automatiche che assicurano una produzione di tagliatelle che raggiunge i 250 chili, i laminatoi automatici e le sfogliatrici che garantiscono spessori sottilissimi di pasta completamente uniformi, omogenei e privi di rotture o di pieghe. I trattamenti termici della pasta fresca vengono invece affidati agli essiccatoi statici di grandi proporzioni mentre i pastorizzatori i raffreddatori a nastro e gli sterilizzatori garantiscono una conservazione ottimale della pasta fresca confezionata. Sempre pensando all’immissione dei prodotti sul mercato, fra le macchine industriali per pasta fresca hanno un ruolo indispensabile anche le confezionatrici e i termosigillatori.

Nastri trasportatori per pasta: le braccia meccaniche dell’industria pastaria

Nastri trasportatori per pasta

I nastri trasportatori per pasta svolgono la fondamentale funzione di collegare i vari reparti della linea di produzione di ogni pastificio, garantendo il trasferimento rapido e sicuro degli alimenti da una postazione all’altra.

Si tratta dunque di macchinari indispensabili sia per la produzione industriale che artigianale, in quanto capaci di abbattere notevolmente i tempi di trasporto e lo spreco di materie durante le varie fasi di lavorazione.

Come funzionano i nastri trasportatori per pasta

I nastri trasportatori destinati all’industria alimentare sono macchinari estremamente flessibili e variegati per dimensioni, caratteristiche e tecnologie costruttive.

Grazie alla loro modularità, i nastri trasportatori per pasta possono essere installati in qualsiasi ambiente e seguire percorsi personalizzati che consentono di accorciare le distanze fra i vari reparti.

Ciò significa che il nastro può essere agevolmente impostato su percorsi dritti, curvi o addirittura verticali, in modo da ottimizzare lo spazio a disposizione senza rinunciare alla comodità del trasporto automatizzato.

Ogni nastro possiede poi delle zone di carico e scarico manuali o automatizzate; inoltre garantisce la perfetta sincronia dei passaggi grazie all’ausilio di un moderno sistema di controllo computerizzato affidato ad un operatore.

Attraverso l’ausilio di componenti aggiuntivi come le sponde laterali e i facchini si possono inoltre realizzare nastri concavi per il trasporto di farine e impasti. I nastri elevatori, d’altro canto, assicurano la possibilità di caricare i macchinari a qualunque altezza essi si trovino.

Tipologie costruttive e accessori

I nastri trasportatori per pasta possono essere costruiti in tantissimi materiali differenti che includono i polimeri come il PVC, il polipropilene e il poliuretano, oppure il classico acciaio inox.

Ognuno di essi è ovviamente destinato al trasporto di una specifica categoria di alimenti e utilizzato in un determinato tratto della linea produttiva.

Lungo quest’ultime si possono inoltre installare alcuni utili accessori come i pistoni pneumatici e i nastri retrattili, indispensabili per l’azionamento dei macchinari che lavorano la pasta durante le varie fasi della sua produzione.

Assistenza raviolatrici professionali

Assistenza raviolatrici professionali

La raviolatrice professionale è il macchinario deputato alla realizzazione di ravioli a doppia sfoglia, che rappresentano una delle tante specialità di pasta fresca tipiche della tradizione gastronomica italiana. Dato l’utilizzo intensivo che si fa di questa particolare macchina all’interno dei laboratori di pasta fresca, è fondamentale procedere con una certa regolarità alle operazioni di manutenzione ed assistenza delle raviolatrici professionali. Solo così, infatti, è possibile tenere sotto stretto controllo le varie fasi del processo di produzione, mantenendo nello stesso tempo elevato il livello di qualità dei ravioli confezionati e destinati al consumo per le famiglie.

Gli interventi di assistenza

Quando si parla di assistenza per raviolatrici professionali si può fare riferimento nello specifico alle operazioni di sostituzione dei vari tipi di stampo, che possono essere utilizzati per la creazione di ravioli di diversa grandezza. Le caratteristiche evidenti, così come l’aspetto esteriore di questa particolare specialità di pasta fresca, possono presentare delle differenze a seconda del tipo di ripieno che si decide di realizzare. Si possono produrre, ad esempio ravioli con un morbido ripieno a base di formaggio più grandi rispetto ai ravioli con ripieno di carne.

Assistenza raviolatrici professionali: cosa c’è da sapere

Una delle fasi più importanti nella realizzazione dei ravioli è data dalla regolazione dello spessore della sfoglia, che viene ad essere ottenuta mediante appositi rulli calibratori. Anche in questo caso il servizio di assistenza per raviolatrici professionali può rivelarsi di grande aiuto, permettendo di ottenere il risultato desiderato senza particolare sforzo da parte dell’operatore che si occupa di azionare i comandi per il corretto funzionamento del macchinario in questione. Il sistema di alimentazione della macchina necessita inoltre della giusta supervisione mentre, per quanto riguarda i materiali di costruzione della raviolatrice ad uso professionale, l’acciaio inox offre le migliori garanzie di sicurezza.

Laminatoio

Laminatoio

Il laminatoio è una macchina per produrre la pasta laminata alimentare in una attività artigianale ad uso professionale, ovvero un macchinario dotato di una vasca impastarice e di una coppia di cilindri attraverso i quali viene fatta passare l’impasto. Nello specifico il laminatoio consente di preparare sia impasti che bobine di sfoglie per alimentare macchine di formatura come le raviolatrici, tortellinatrici o altro, o tirare sfoglie molto sottili per produrre pasta come le lasagne e tagliatelle. Questa macchina presenta dei vantaggi su alcuni modelli di ridotte dimensioni: quella di essere impiegata nella produzione di pasta sfruttando il minimo dello spazio disponibile all’interno di ristoranti, gastronomie o pastifici.

Specifiche tecniche del laminatoio

Le macchine sfogliatrici a laminazione sono dotate di una serie di specifiche o modelli adatte a diverse esigenze di produzione. Possono ad esempio distinguersi per larghezza della sfoglia, oppure per capacità di impasto e possono essere o meno dotate di una taglierina laterale. In linea di massima questi macchinari possiedono una vasca con il ribaltamento manuale, albero impastatore a palette, e un gruppo di laminazione con rulli di gramolatura in acciaio inox, quindi adatti ad un utilizzo in campo alimentare.

Una macchina per pasta fresca che occupa poco spazio e facile da pulire: il laminatoio

Questi macchinari per un loro uso sicuro sono dotati di tutti i dispositivi e i sistemi di antifortunistiche che richiedono le normative Ce, i componenti che vanno a formare le macchine sfogliatrici sono realizzate in acciaio inox certificato per la sicurezza alimentare, ma possono presentare anche parti in materiale plastico; queste parti possono essere agevolmente rimosse dal macchinario per effettuarne la pulizia e successivamente risistemate. Non solo, questa tipologia di macchina industriale è la perfetta coniugazione tra ottimizzazione dello spazio e elevata capacità di produzione, perchè semplifica il processo produttivo e richiede un numero di operatori e investimento contenuto.

Taglierine da banco per pasta per laboratori

Taglierine da banco per pasta per laboratori

Cosa sono le taglierine da banco per pasta per laboratori

Le taglierine da banco per pasta per laboratori fanno parte dell’attrezzature di base di ogni artigiano della pasta: esse infatti permettono di realizzare i formati più svariati di pasta lunga e corta artigianale, come ad esempio tagliatelle, fettuccine e pappardelle.

Tantissime sono le varietà regionali di queste tipologie di pasta e di conseguenza altrettanto tante sono le possibilità di tagliare la sfoglia a seconda dei formati preferiti più o meno larghi e lunghi.

Per questa ragione il tipo di taglierina scelto per il laboratorio farà la differenza nella selezione delle preparazioni di pasta che si potranno realizzare.

Come sono fatte le taglierine da banco per pasta per laboratori

I modelli di taglierine da banco permettono di tagliare la sfoglia direttamente dal bancone: sono quindi particolarmente utili nei piccoli laboratori pastifici artigianali con rivendita annessa ma anche in ristoranti e mense.

Esistono modelli più o meno grandi e a seconda delle esigenze produttive sarà necessario optare per modelli che presentano più o meno rulli taglienti: di base però tutti i modelli di taglierine presentano un apertura frontale dove introdurre la sfoglia e una da dove fuoriescono i tagli di pasta stabiliti.

Infatti è solo rischiesto l’inserimento manuale di un foglio di sfoglia già calibrata nello spessore desiderato in uno del gruppo di taglio prescelto per ottenere semplicemente il prodotto finale.

Come da regola ogni taglierina per pastifici artigianali è sempre realizzata interamente in acciaio inox, nella struttura e nelle parti taglienti.

Quando si utilizzano le taglierine da banco per pasta per laboratori?

La smisurata varietà di tagli regionali per pasta fa sì che ogni pastificio non possa prescindere dall’uso di una taglierina specifica, da banco o meno.

Va da sé che l’utilizzo di questi macchinari entra a pieno titolo nel ciclo produttivo primario di ogni laboratorio artigianale per la realizzazione veloce e sicura di pasta lunga e corta.

Pastorizzatore per pasta fresca

Pastorizzatore per pasta fresca

L’impiego del pastorizzatore nella produzione della pasta fresca

I trattamenti termici sono ormai ampiamente presenti e doverosi lungo la filiera produttiva che porta alla realizzazione della pasta fresca, anche farcita. Uno dei metodi tradizionali, nato dalle sperimentazioni di Louis Pasteur, è la pastorizzazione, che trova impiego sia prima che dopo la fase del confezionamento. Oltre alla pasta fresca, sono altri gli alimenti che possono beneficiare della presenza di un pastorizzatore per pasta fresca, tra i quali si ricordano birra, vino, latte e succhi di frutta. La normativa italiana ha stabilito l’obbligatorietà della pastorizzazione nella produzione di pasta fresca confezionata.

Come funziona la pastorizzazione

Nel corso della fase di pastorizzazione le temperature vengono mantenute tra gli 87 e i 110 gradi centigradi, consentendo di eliminare i microrganismi patogeni, quali microbatteri e agenti del tifo. Questo avviene senza alterare le caratteristiche organolettiche originarie. Messa a confronto con la sterilizzazione, la pastorizzazione è in grado di eliminare in modo completo l’elemento patogeno termoresistente per eccellenza, ossia l’Escherichia coli.

Terminata la fase della pastorizzazione, ad altri trattamenti termici (come la refrigerazione) e a tecniche di isolamento termico per offrire un prodotto igienicamente sano.

Perché fare ricorso ad un pastorizzatore per pasta fresca

Grazie ad un pastorizzatore per pasta fresca (lunga, corta o ripiena) le aziende possono anticipare la produzione in vista di periodi di lavoro intenso (coincidenti, ad esempio, con festività come Natale e Pasqua), ma anche preparare la pasta fresca da distribuire a supermercati, ristoranti ed altre attività di ristorazione. Inserendo la pasta ripiena in vaschette preforate, sarà garantita la lunga conservazione.

Chi è alla ricerca di un pastorizzatore per pasta fresca ha l’opportunità di scegliere tra diversi modelli. Negli ultimi anni, l’innovazione tecnologica in questo campo è stata notevole. Tali macchinari presentano normalmente una struttura in acciaio inox, e sistemi di riscaldamento dotati di caldaia integrata e scambiatori di calore.

1 2 3