Italia, leader indiscussa della produzione di pasta

L’Italia è il primo produttore di pasta al mondo, oltre a essere anche il Paese leader nella sua esportazione e quello dove ne viene consumata la maggior quantità pro capite dai suoi abitanti. Questa leadership è emersa anche nel corso dell’ultimo World Pasta Day che si è tenuto a Dubai a ottobre 2018. In questa occasione è risultato che in Italia vengono prodotte circa 4 milioni di tonnellate di pasta all’anno (il 26% della produzione mondiale), di cui il 50% circa viene esportato in 200 Paesi stranieri, mentre il consumo pro capite si è stabilizzato intorno ai 23 kg.

Un nuovo mercato di riferimento: il mondo

Nonostante, l’Italia sia la numero uno nel settore della pasta, oggi il mercato di riferimento è il mondo. Infatti, fino al secolo scorso i produttori di pasta fuori dai nostri confini erano concentrati principalmente nei Paesi che si affacciavano sul Mediterraneo. Oggi, invece, la situazione è cambiata, tanto che la produzione mondiale è salita dai 9 milioni di tonnellate del 1998 ai 15 milioni del 2017. Sempre maggiore è il numero di pastifici che vengono aperti all’estero, sia in Europa, che negli altri continenti (ad esempio, molto importante è la produzione in America, con Stati Uniti e Brasile a fare da capofila).

Cocozza e l’estero

Il sempre crescente interesse per la pasta, dovuto alle sue qualità organolettiche e gustative, oltre al prezzo accessibile e all’essere un caposaldo della dieta mediterranea, ha fatto sì che si aprissero pastifici anche al di fuori dell’Italia. Cocozza ha tra i suoi clienti numerose aziende che hanno sede all’estero e che si sono rivolte alla nostra azienda per avere a disposizione macchinari affidabili, aggiornati da un punto di vista tecnologico e sicuri, oltre per la professionalità dei nostri operatori e per l’esperienza che abbiamo maturati in trent’anni di presenza nel settore delle macchine per la produzione della pasta.